Chiudi
Immagine evento

ve 16.11.2018

17:00

Foce

Altre date

gi 08.11 / 17:00 / Via Trevano 12

ve 09.11 / 17:00 / Via Trevano 12

sa 10.11 / 13:00 / Via Trevano 12

do 11.11 / 11:00 / Via Trevano 12

gi 15.11 / 17:00 / Via Trevano 12

sa 17.11 / 13:00 / Via Trevano 12

do 18.11 / 11:00 / Via Trevano 12

Io sono un'altra (Installazione)- HOME SPIN OFF

Teatro & Cabaret | Rassegna HOME

Di e con: Camilla Parini
Supporto fotografico e riprese video: Marika Brusorio, Muriel Hediger, Martina Tritten
Montaggi Video: Amos Pellegrinelli, Martina Tritten
Editing fotografie: Muriel Hediger
Scenografia: Milli Miljkovic
Supporto tecnico: Roberto Mucchiut, Sandro Pianetti
Collaboratori: Monica Muraca, Simon Waldvogel
Grafica: Muriel Hediger
Produzione: Collettivo Ingwer
Co-produzione: Teatro Sociale Bellinzona – Bellinzona Teatro Nato in collaborazione con: Fondazione Aurelio Petroni Con il sostegno di: Pro Helvetia, Fondazione Svizzera per la cultura, Repubblica e Cantone Ticino DECS – swisslos, con il contributo della Città di Lugano 

Il progetto dell'installazione nasce come approfondimento in seguito alla creazione dello spettacolo STILL LEBEN. Si è sviluppato sul territorio ticinese durante il biennio 2017/18 coinvolgendo in performances private più di 100 donne di età compresa tra gli 8 ed i 93 anni. Il lavoro nasce come riflessione sull’identità e sulla sua vulnerabilità. Al centro delle performances ci sono state le donne alle prese con la creazione di due loro autoritratti: l’immagine che la donna ha di sé e l’immagine di ciò che anche è ma rimane più nascosto, di ciò che vorrebbe essere o, più semplicemente,  un altro lato si sé. L’autoritratto è avvenuto attraverso l’utilizzo di una materia decisamente insolita: il corpo di un’altra. Le donne hanno infatti avuto a loro totale disposizione il corpo della performer, utilizzandolo come materia da plasmare per parlare di sé. Quella che verrà presentata è un’installazione dentro la quale lo spettatore può immergersi passando attraverso locali ed ambienti diversi, fotografie, video, audio e confidenze che raccontano di queste 104 donne ma che, forse, raccontano un po’ anche di noi, di quella vulnerabilità che inevitabilmente appartiene a tutti.
 
Il progetto-installazione sarà presentato nel novembre del 2018. Per maggiori informazioni rivolgersi allo sportello del Teatro Foce oppure al seguente indirizzo: [email protected]

Entrata libera con offerta

Promotore

©

Divisione Eventi e Congressi

www.luganoeventi.ch