CHIUDI
MENU

Nel tempo che ci resta

César Brie

Nel tempo che ci resta
César Brie
Teatro

Un testo inedito e un teatrante di razza come César Brie, regista e attore argentino di nascita, italiano di adozione, raccontano un fatto di cronaca del passato, uno degli episodi più oscuri della storia italiana.

In un cantiere abbandonato, un uomo fa cadere delle arance, il loro profumo attira quattro figure che si domandano dove si trovano: sono le anime di Giovanni Falcone e di sua moglie Francesca Morvillo e di Paolo Borsellino e della moglie Agnese Piraino Leto. L’uomo che ha gettato le arance è Tommaso Buscetta, pentito di mafia. Parte da qui il racconto in cui i cinque si raccontano, denunciano, si interrogano compiendo un viaggio lucido e amaro.

Frutto di un lavoro di ricerca durato oltre due anni, Nel tempo che ci resta porta in scena l’eroismo di Giovanni Falcone e Giuseppe Borsellino, la lotta alla mafia, le vittime, i tradimenti, i pensieri, le vicende personali e pubbliche, la trattativa, l’isolamento, le menzogne, il senso del dovere.

Uno spettacolo che non è un documentario bensì un’elegia, un atto d'amore e di gratitudine nei confronti di chi ha dedicato e continua a dedicare la vita alla collettività e rappresenta una concreta testimonianza di coerenza, etica e giustizia.

Prezzo

da CHF 12.- a CHF 25.-

Information

Crediti

Immagine: © Laila Pozzo

Promotore/i

LAC Lugano Arte e Cultura
www.luganolac.ch

Il servizio Agorateca è attivo solo su appuntamento. Maggiori informazioni | Lo Sportello FOCE resta aperto unicamente su appuntamento | Negli spazi interni e esterni del FOCE è sempre richiesto l'uso della mascherina.