Chiudi
Immagine evento

sa 21.04.2018

20:30

Teatro Foce

Altre date

ve 20.04 / 20:30 / Teatro Foce

do 22.04 / 18:00 / Teatro Foce

Brutto!

Teatro & Cabaret | Rassegna HOME

CambusaTeatro
 
Di: Marius Von Mayenburg 
Con: Alessio Calciolari, Elisa Conte, Lorenzo Piccolo e Max Zampetti
Regia: Marco Taddei
Produzione: CambusaTeatro
Co-produzione: Teatro Della Tosse, Genova
 
Età: dai 12 anni
 
Il testo scelto per la nuova produzione di Cambusateatro è “Brutto!” di Marius Von Mayenburg, drammaturgo presso lo Schaubühne am Lehniner Platz di Berlino e autore che si distingue per l’originalità e il senso del paradosso che sviluppa nel proprio lavoro. Le sue commedie nascono da riflessioni profonde sulla società occidentale. Nel caso di "Brutto!" Mayenburg riflette sul concetto di bellezza e su quanto l'apparire possa influenzare la nostra quotidianità. 
La storia si svolge nel presente e racconta di un ingegnere di nome Lette, che la natura ha dotato di una bruttissima faccia. Lette si accorge per la prima volta di essere brutto il giorno in cui il suo principale gli impedisce di presentare ad un convegno la sua nuova invenzione, preferendogli il suo giovane assistente. Questa scoperta scatena in lui una crisi profonda rispetto alla propria identità e al rapporto con la moglie Fanny. Decide di risolvere il suo problema andando da un chirurgo plastico, il quale gli cambia completamente il viso rendendolo bellissimo. La conquistata bellezza diventa tuttavia un’arma a doppio taglio, facendolo diventare a poco a poco una brutta persona, questa volta non in senso estetico. Sfruttando il suo nuovo aspetto, Lette si farà detestare dagli altri e, a lungo andare, il mondo intorno a lui gli si rivolterà contro. Il tono della commedia è ironico e le situazioni paradossali. Questo impedisce a Mayenburg di cadere nella retorica, senza tuttavia rinunciare a stimolare riflessioni sulle convenzioni e i dettami che la società ci impone, rendendoci schiavi di ideali irraggiungibili e fasulli.   
A livello registico, “Brutto!” rappresenta una sfida: come già in altri suoi testi, Mayenburg chiede agli attori di interpretare più personaggi, con cambi di tempo e luogo repentini. Questa condizione drammaturgica richiama una messinscena non convenzionale e una disponibilità, da parte degli attori, non solo di lavorare su più personaggi, ma di assecondare il flusso discontinuo delle scene.
 

 

Intero:

CHF 20.- / LC e LCC CHF 15.-
Ridotto AVS e AI:
CHF 15.- / LC e LCC CHF 10.-
Giovani < 26:
CHF 10.- / LC e LCC CHF 7.-
 

Promotore

©

Divisione Eventi e Congressi

www.luganoeventi.ch